Per iscriverti alla nostra newsletter è sufficiente inserire la tua email nel campo sottostante.

Il Premio Chi Siamo Libri Gallery Dicono di noi News
24/01/2019

Liliana Segre scrive a Esperienze

L'associazione Esperienze in occasione della Giornata della Memoria ha contattato la senatrice Liliana Segre invitandola allo spettacolo "Assaig T4" della compagnia spagnola "Trafec teatre", ospitato a Fossano grazie a "La Corte dei folli". L'onorevole Liliana Segre ha apprezzato questa iniziativa. Il suo messaggio è stato letto ad un pubblico di oltre mille persone:

 

"Signore e signori, ragazze e ragazzi,  

saluto con vero piacere la vostra iniziativa di commemorazione della Giornata della Memoria.La vostra idea di associare musica, teatro, letteratura e memoria è originale e sicuramente condivisibile. Essa unisce infatti aspetti fondamentali della nostra personalità: il cuore e la mente, la sensibilità e la ragione, lo spirito e il corpo. E contro fenomeni integrali e totali come quelli che stanno dietro la Shoah, cioè la scelta sciagurata di dare la morte a molte milioni di persone colpevoli solo di essere nate, occorre mobilitare proprio tutte le nostre risorse intellettuali e materiali.

Anche per questo scuola e società devono muoversi in modo coordinato, in un unico indefesso lavoro di coltivazione della memoria e della crescita civile dei giovani e della nostra comunità nel suo insieme.

Forse non tutti sanno che ci furono anche musicisti e artisti internati e uccisi nei campi di sterminio nazisti, che pure riuscirono a produrre opere e spettacoli, che in parte sono giunti fino a noi e possiamo ancora oggi ascoltare o rappresentare a teatro.

Accadde infatti che negli inferni concentrazionari nazisti gli aguzzini mettessero insieme bande musicali, gruppi coristici, rappresentazioni teatrali; a Theresienstadt furono persino organizzate delle stagioni operistiche. Era un modo diabolico di rendere davvero totalitaria quella realtà, cioè tale da compromettere l'intera esistenza umana, materiale e spirituale appunto.

Anche per questo nell'opera di conservazione della memoria è importante recuperare il senso autentico della musica, dell'arte, della cultura in genere. Esse rappresentano infatti il meglio della personalità umana e il modo più efficace per opporre alla barbarie totalitaria non solo una condanna di routine ma i sensi di un superiore livello di civiltà e di dignità umana.   

 

Bookmark and Share
Copyright © 2017 - Associazione Esperienze - Tutti i diritti riservati - Credit: AGP Pubblicità e Marketing